Fidel castro



Se pensi che questo articolo possa essere utile, Clicca Qui Sotto.

 

Fidel Castro, l’apostolo ardente della rivoluzione che ha portato la guerra fredda per l’emisfero occidentale nel 1959 e poi ha sfidato gli Stati Uniti per quasi mezzo secolo come massimo leader di Cuba, bedeviling 11 presidenti americani e spingendo brevemente il mondo sull’orlo di una guerra nucleare , è morto Venerdì. All’età di 90 anni.

La sua morte è stata annunciata dalla televisione di stato cubana.

In calo di salute per molti anni, il signor Castro aveva orchestrato quello che sperava sarebbe stata la continuazione della sua rivoluzione comunista, facendosi da parte nel 2006, quando è stato abbattuto da una grave malattia. Egli provvisoriamente ceduto gran parte del suo potere al fratello minore Raul, ora 85, e due anni dopo ha formalmente rassegnato le dimissioni da presidente . Raúl Castro, che aveva combattuto al fianco di Fidel Castro fin dai primi giorni dell’insurrezione e rimase ministro della difesa e confidente più vicino di suo fratello, ha stabilito Cuba da allora, anche se ha detto che il popolo cubano ha intenzione di dimettersi nel 2018.

Fidel

Fotografo Desmond Boylan  Reuters / Martedì 19 aprile 2011
L’ex leader cubano Fidel Castro detiene il braccio di suo fratello, il presidente di Cuba, Raul Castro, durante la cerimonia di chiusura del VI Congresso del Partito Comunista di Cuba (PCC) a L’Avana il 19 aprile 2011. REUTERS / Desmond Boylan 

 

 

 

Fidel Castro aveva tenuto il potere più a lungo di qualsiasi altro leader nazionale vivente a parte la regina Elisabetta II. E’diventato una figura torreggiante internazionale la cui importanza nel 20 ° secolo ha superato di gran lunga quello che ci si poteva aspettare dal capo di stato di una nazione dell’isola caraibica di 11 milioni di persone.

Ha esercitato il potere come un tiranno, che controlla ogni aspetto dell’esistenza dell’isola. Era di Cuba “Máximo Lider”. Da cima a un carro armato dell’esercito cubano, ha diretto la difesa del suo paese alla Baia dei Porci . Innumerevoli dettagli scelti da lui, dalla selezione del colore delle uniformi che indossavano soldati cubani in Angola per la supervisione di un programma per la produzione di un superbreed di mucche da latte. Egli personalmente impostava gli obiettivi per i raccolti di zucchero. Egli ha personalmente inviato innumerevoli uomini in prigione.

Ma è stato più che la repressione e la paura che lui e il suo governo totalitario hanno mantenuto al potere così a lungo. Aveva entrambi ammiratori e detrattori a Cuba e in tutto il mondo. Alcuni lo vedevano come un despota spietato che ha calpestato i diritti e le libertà; molti altri lo hanno salutato come le folle hanno fatto quella prima notte, come un eroe rivoluzionario per i secoli.

Anche quando si ammalò e fu ricoverato in ospedale con diverticolite, nell’estate del 2006, dando la maggior parte dei suoi poteri per la prima volta, il signor Castro ha cercato di dettare i particolari della sua assistenza medica e orchestrare la continuazione della sua rivoluzione comunista, impegnandosi un piano vecchio come la rivoluzione stessa.

Consegnando il potere al fratello, il signor Castro ancora una volta ha sollevato le ire dei suoi nemici a Washington. I funzionari degli Stati Uniti hanno condannato la transizione, dicendo che prolunga una dittatura e ancora una volta negato il popolo cubano a lungo che soffrono la possibilità di controllare la propria vita.

Ma nel dicembre 2014, il presidente Obama ha usato i suoi poteri esecutivi per comporre decenni di antagonismo tra Washington e L’Avana passando per lo scambio di prigionieri e di normalizzare le relazioni diplomatiche tra i due paesi, un accordo elaborato con l’aiuto di Papa Francesco e dopo 18 mesi di colloqui segreti tra rappresentanti di entrambi i governi.

Anche se sempre più fragile e raramente in pubblico, il signor Castro anche allora ha chiarito la sua perdurante diffidenza degli Stati Uniti. Pochi giorni dopo la molto pubblicizzata visita del presidente Obama a Cuba nel 2016 – la prima di un presidente americano in carica in 88 anni – il signor Castro ha scritto una risposta irritabile denigrando le aperture di Obama di pace e insistendo sul fatto che Cuba non ha bisogno di nulla che gli Stati Uniti offriva.

Per molti, Fidel Castro era un fanatico auto-ossessionato la cui fede nel proprio destino era incrollabile, un camaleonte cui colori economia e politica sono stati determinati più da pragmatismo che dalla dottrina. Ma nel suo petto batte il cuore di un vero ribelle. “Fidel Castro”, ha detto il Dott Henry M. Wriston , presidente del Council on Foreign Relations negli anni 1950 e ’60 i primi, “era tutto un rivoluzionario”.

Il signor Castro è stato forse il leader più importante per uscire dal momento delle guerre Latine di indipendenza nei primi anni del 19 ° secolo. Era decisamente lo shaper più influente della storia cubana dopo il suo eroe, José Martí , ha lottato per l’indipendenza di Cuba nel tardo 19 ° secolo. La rivoluzione del signor Castro ha trasformato la società cubana e ha avuto un impatto più duraturo in tutta la regione di quella di qualsiasi altra insurrezione latinoamericano del 20 ° secolo, con la possibile eccezione del 1910 rivoluzione messicana .

Quell’immagine ha fatto di lui un simbolo della rivoluzione in tutto il mondo e fonte di ispirazione per molti imitatori. Hugo Chávez del Venezuela ha considerato Mr. Castro suo padrino ideologico. Subcomandante Marcos ha iniziato una rivolta tra le montagne del Messico meridionale nel 1994, utilizzando molte delle stesse tattiche . 

fidel castro

Fotografo Handout. luogo L’Avana, Cuba. Reuters / Mercoledì, 29 Giugno 2011
L’ex leader cubano Fidel Castro e il presidente venezuelano Hugo Chavez ha letto una copia del Partito Comunista (PCC) quotidiano cubano “Granma” a L’Avana 28 giugno 2011, in questa foto dispensa. La scomparsa di 56 anni, Chavez alla vista del pubblico dal 10 giugno operazione ha sconvolto gli Stati nazione volatile e politicamente polarizzato sudamericano OPEC di 29 milioni di persone. REUTERS / Revolution Studios / Cubadebate

 

 

 

Nel corso degli anni il signor Castro ha dato centinaia di interviste e ha mantenuto la capacità di girare la domanda più compromettente a suo favore. In un’intervista 1985 nella rivista Playboy, gli è stato chiesto come avrebbe risposto alla descrizione del presidente Ronald Reagan di lui come di un dittatore militare spietato. “Pensiamo alla tua domanda”, ha detto Castro, giocando con il suo intervistatore. “Se essere un dittatore vuol dire governare per decreto, allora si potrebbe usare questo argomento per accusare il Papa di essere un dittatore”.

papa e fidel castro

Fotografo Zoraida Diaz luogo L’Avana, Cuba Reuters / Martedì 19 febbraio 2008
il leader cubano Fidel Castro, si ferma a leggere l’orologio durante la cerimonia di arrivo del Papa Giovanni Paolo II Aeroporto José Martí, il 21 gennaio 1998. REUTERS / Zoraida Diaz

 

 

 

Girò la domanda di nuovo su Reagan: “Se il suo potere include qualcosa di mostruosamente non democratico come la possibilità di ordinare una guerra termonucleare, vi chiedo, che poi è più di un dittatore, il presidente degli Stati Uniti o io?”

Dopo aver guidato i suoi guerriglieri contro un dittatore cubano repressiva, il signor Castro, nei suoi 30 anni, ha allineato Cuba con l’Unione Sovietica e utilizzato truppe cubane per sostenere la rivoluzione in Africa e in tutta l’America Latina.

La sua volontà di permettere ai sovietici di costruire siti lanciamissili a Cuba ha portato ad una situazione di stallo diplomatico straziante tra gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica in autunno del 1962, uno che potrebbe aver intensificato in uno scambio nucleare. Il mondo è rimasto teso fino a quando il confronto è stata disinnescato 13 giorni dopo il suo inizio, e le rampe di lancio sono state smantellate.

Con la dissoluzione dell’Unione Sovietica nel 1991, il signor Castro ha affrontato uno dei suoi più grandi sfide: sopravvivere senza enormi sussidi comunisti. Ha sfidato le previsioni della sua fine politica. Quando è stata minacciata, ha smazzato l’antagonismo nei confronti degli Stati Uniti. E quando l’economia cubana si avvicinava al crollo, ha legalizzato il dollaro degli Stati Uniti , che aveva inveito contro dal 1950, solo per vietare dollari di nuovo un paio di anni dopo, quando l’economia stabilizzata.

Nel mese di aprile 2016, un fragile signor Castro ha fatto quello che molti pensavano sarebbe stata la sua ultima apparizione pubblica, al settimo Congresso del Partito comunista cubano. Vestito con una giacca tuta blu incongruo, le mani a volte tremanti e la sua voce, una volta potente ridotti a uno stridio metallico, ha espresso sorpresa per essere sopravvissuto a quasi 90 anni, e lui disse addio al partito , al sistema politico e alla Cuba rivoluzionaria che lui aveva creato.

“Presto sarò come tutti gli altri”, ha detto Castro. “Il nostro turno arriva a per tutti noi, ma le idee del comunismo cubano dureranno.”
Nessuno è sicuro se la forza della rivoluzione dissiperà senza il signor Castro e, alla fine, con il suo fratello. Ma l’impatto di Fidel Castro in America Latina e dell’emisfero occidentale ha le caratteristiche di durata a tempo indeterminato. La forza della sua personalità resta inevitabile, bene o male, non solo a Cuba, ma anche in tutta l’America Latina.

Se pensi che questo articolo possa essere utile, Clicca Qui Sotto.

 
Comments