Come fotografare i fuochi d’artificio – How to photograph the fireworks


Se pensi che questo articolo possa essere utile, Clicca Qui Sotto o condividilo.

 

Vi state chiedendo come si possono fotografare i fuochi d’artificio a Capodanno o d’estate durante una festa o durante un altro evento? In questo articolo vedremo come catturare meglio i fuochi d’artificio, che tipo di attrezzature utilizzare e quali impostazioni della fotocamera impostare.

La prima cosa è necessario determinare il luogo dove andremo a scattare la nostra foto. Consiglio di non posizionarvi troppo vicino ai fuochi e se possibile trovate un luogo dove sedervi.  Inoltre, se è troppo vicino, potrebbe essere necessario un obiettivo grandangolare per adattarsi all’azione del fuoco, ma ciò potrebbe comportare  un altro problema – si potrebbero comprendere nello scatto degli edifici, pali o alberi. Pertanto, la cosa migliore da fare è quello di stare più lontano in una zona aperta senza ostacoli intorno. Naturalmente se vi allontanate troppo avrete bisogno di un buon teleobiettivo. 

DSLR

Se possedete una DSLR (digital single lens reflex) sarà più semplice utilizzare tempi più lunghi per effettuare lo scatto.  Se si utilizza una modalità manuale, è possibile selezionare un tempo di esposizione lungo impostando il pulsante di scatto da uno-a-30 secondi o utilizzando l’impostazione B (o bulbo). È inoltre possibile utilizzare la modalità priorità di tempi per controllare la velocità dell’otturatore. 

Indipendentemente dal tipo di macchina fotografica, una volta che hai impostato il diaframma gli ISO e la velocità dell’otturatore, la chiave del successo è una piattaforma solida per tenere la fotocamera immobile durante il tempo di esposizione. E’ di importanza assoluta l’utilizzo di una piattaforma stabile per tempi inferiori a 1/60 con notevoli distanze. Ovviamente, la migliore piattaforma di tutti è un treppiede. E’ facile da trasportare ed un ottima base su cui tenere la fotocamera immobile durante l’esposizione. Consente inoltre di posizionare facilmente la telecamera alla giusta altezza. 

Un treppiede è solo l’inizio. Inoltre se si desidera che la fotocamera sia  priva di vibrazioni possibile durante il tempo di esposizione è consigliabile l’utilizzo di un cavo di scatto. Il cavo di scatto consente di premere il pulsante di scatto senza toccare direttamente la fotocamera. Risultato: aiuta a ridurre al minimo le vibrazioni della fotocamera.

Un consiglio: a volte i fuochi d’artificio vengono sparati in acqua. Evitate di fotografarli dalle barche, il movimento della barca non darà un aspetto artistico alle foto ma solo delle striature colorate.

messa a fuoco 

Questa parte è difficile, perché è necessario assicurarsi che la vostra messa a fuoco venga acquisita in modo corretto. Iniziare a concentrarsi quando ci sono le prime esplosioni luminose, potete utilizzare l’autofocus della fotocamera  per mettere a fuoco e quindi premere il pulsante di scatto. Dopo aver scattato la foto, rivedete sul display LCD e assicurarsi che i fuochi d’artificio sono a fuoco. 

Ora potete passare la messa a fuoco dell’obiettivo su manuale ( “M”). Da questo momento la vostra reflex non dovrà muoversi e rimarrà fissa sul treppiede, la vostra attenzione da quel momento in poi  non cambierà, a meno che non modificate lo zoom (in quel caso  dovete passare dalla messa a fuoco manuale alla messa a fuoco automatica e riprovare). Se per qualche motivo non è possibile acquisire concentrarsi sui fuochi d’artificio, cercate di mettere  a fuoco un soggetto luminoso lontano come un lampione o una casa illuminata e vedete se le immagini sono a fuoco.

Non vi preoccupata di inquadrare il singolo sparo pirotecnico, ma create la cornice dell’immagine ampia per riprendere tutti i fuochi d’artificio. Cercate di preferire lo scatto orizzontale al posto di quello verticale, vi permetterà di sfruttare maggiore spazio compositivo.

VELOCITA’ ISO

In genere, il rumore / grano non è un problema in questo tipo di immagine. Si consiglia di utilizzare ISO 200 o 400. Il punto importante è che non hai bisogno di un ISO molto veloce; infatti ISO superveloci possono sovraesporre i fuochi d’artificio e acquisire luminosità ambientale. ISO molto lenti – per esempio, ISO 100 – potrebbero non essere sufficientemente sensibili per catturare l’immagine. Non dovete utilizzare ISO più veloci come 1600, 3200, ecc. perchè avremo bisogno di tempi di esposizioni più lunghi.

FUOCHI D’ARTIFICIO CON ESPOSIZIONE LUNGA

 

IMPOSTAZIONI

  • Varia ISO: da 100 a 400

  • Varia F-Stop: F2.8 – F7.1

  • Varia otturatore: 1s – 2s (modalità bulb)

SCATTARE LA FOTO

1. Preparazone: quando si sente  un fuoco d’artificio sparato in aria, e cercare di prevedere dove esploderà.

2. Cercare l’esposizione poco prima di prevedere l’esplosione. Iniziare fuori fuoco.

3. Quando i fuochi d’artificio esplodono, rimettere a fuoco rapidamente il vostro obiettivo  fino a raggiungere il punto focale tack-sharp, dove i fuochi d’artificio saranno a fuoco.

4. Una volta che la perfetta messa a fuoco viene raggiunta, termina l’esposizione rilasciando il pulsante di scatto (modalità bulb)

Vedrete rapidamente come la luce viene rimessa a fuoco  e converge ad un piccolo punto …  dando vita a creazioni spettacolari

Variando la dimensione di apertura (f-stop), si modifica la larghezza dei tentacoli.
Se si utilizza un diaframma 7,1, la luce fuori fuoco sarà sottile e nitida, e in quanto converge i tentacoli sarà lunga e sottile. Se si utilizza un diaframma come 2.8, i tentacoli sono spessi e molto grandi, la creazione e completamente diversa.

Se pensi che questo articolo possa essere utile, Clicca Qui Sotto o condividilo.

 
Comments