I filtri per il Bianco e Nero – Filters for black and white


Abbiamo parlato dei filtri distinguendo quelli principali e la forma che ci è più comoda scegliere, ora andremo a parlare dei singoli filtri. I filtri di cui andremo a parlare non servono per creare il bianco e nero. Ogni filtro che applicheremo agli obiettivi sarà di colore diverso per influenzare la luce che si rifletterà sulla pellicola Bianco e Nera o sul sensore.

Perchè scattare in Bianco e Nero,  in digitale, se possiamo convertire i colori in post produzione?

Non c’è nulla di male nel scegliere di scattare  a colori e modificare in post produzione. Lo scatto a colori ci potrà dare la possibilità di scegliere a posteriori la chiave di lettura dell’immagine fotografata. 

Ma come abbiamo già detto la fotografia deve nascere prima di essere scattata. Nel momento in cui scattiamo la foto avremo già deciso il senso di quella immagine, come deve essere letta,  e i toni che abbiamo deciso di evidenziare. Se vediamo i colori monocromatici avremo un’ottima fotografia bianco e nero.

Consiglio di impostare la vostra reflex in Bianco e Nero. Provate a  pre-visualizzare la scena monocromatica. Questo vi aiuterà a individuare più facilmente una scena se deve essere scattata a colori o meno. Il fotografo deve guardare il soggetto in termini di ombre e contrasti, linee e forme.

La fotografia in bianco e nero sottolinea la qualità come la luce e ombra, pattern e texture.  E’ un’arte che richiede maggiore attenzione all’attrezzatura, ai processi, alla composizione, e infine alla tonalità e l’illuminazione. 

Torniamo a parlare dei nostri filtri. Un filtro colorato cambierà i colori visti dalla lente e come vengono registrati dal film. La regola generale è che un filtro schiarirà i colori simili, e renderà più scuri quelli  opposti (come si è visto su una ruota colore):

bianco e nero

Filtri per fotografia in bianco e nero sono disponibili in una vasta gamma di colori, ma soprattutto coprono dal giallo all’arancio con verde e rosso su entrambe le estremità.

Compensazione dell’esposizione

Tutti i filtri, tranne forse un chiaro filtro UV o Skylight dovranno sostenere una compensazione di esposizione in quanto assorbono parte della luce.  Ovviamente,  più scuro è il filtro, più si dovrà compensare. 

I fattori di filtraggio sono generalmente indicati come x2, x4, x8, ecc.  Ciò significa che trasmettono rispettivamente 1/2, 1/4 o 1/8 della luce. Durante lo scatto non vi troverete a fare dei calcoli per capire la quantità di luce in ingresso. Sarà più facile pensare come 1, 2 e 3 Stop.
L’utilizzo di questi filtri presumono l’utilizzo di un esposimetro. Si prende la lettura e si applica la compensazione. Nel caso dell’esposimetro della macchina digitale vi consiglio di tener fede della lettura che leggete nel mirino compensando con +1 o raddoppiando l’ISO.

I Filtri PIù UTILIZZATI

Forse il filtro più comune è il giallo chiaro. Questo filtro generalmente scurisce cieli azzurri e aumenta leggermente il contrasto delle nubi riducendo la foschia. E’ ottimo anche  per i ritratti, in particolare per le donne per ammorbidire le lentiggini e le macchie della pelle. Per questo colore dovrebbe bastare uno stop di compensazione. Questo è un filtro che  potrebbe essere acquistato da tenere sempre nella vostra borsa.

Per avere lo stesso effetto aumentando un pò il contrasto consiglio un filtro giallo-arancio o arancione. Secondo me andrebbe bene per i paesaggi per evidenziare le nuvole meno adatto per i ritratti.

Il filtro verde potrebbe servire per aumentare l’abbronzatura dell’incarnato ma influisce sul verde schiarendolo. Io personalmente lo utilizzerei per dei ritratti maschili con lineamenti marcati. Essendo un filtro scuro bisognererbbe compensare di due stop circa.

Filtri più estremi

Alcuni filtri, come il colore rosso, si considerano filtri estremi.  Si oscura maggiormente il cielo blu e il fogliame. Si ottiene un maggiore contrasto e un ambientazione drammatica. La foschia viene ridotta notevolmente. I ritratti vengono alleggeriti schiarendo il volto.  La compensazione dovrà essere di circa 3 Stop.

I filtri blu in genere non vengono usati molto in fotografia in bianco e nero, ma possono essere utili. Generalmente riducono contrasto, ma sono ottimi per migliorare la foschia che la rende per una nebbiosa. Ottimo per l’uso in riva al mare o in montagna per aggiungere profondità.

Comments