Lampade e attrezzatura da studio – Lamps and photographic equipment Studio


Le lampade da studio, in base alle loro caratteristiche, possono diffondere la luce in diversi modi.

Le principali lampade a incandescenza sono: 

Survolvate: sono chiamate anche Photoflood sono tipo le lampade ad uso domestico ma hanno maggiore luminosità e una temperatura colore più alta. Solitamente vengono montati su copi illuminanti leggeri, (con pinze).

lampade

Lampade con riflettore incorporato: sono lampade che sono fornite di una superficie riflettente alla base inferiore. Servono ad indirizzare meglio il fascio di luce e può essere utilizzata come luce chiave.

Lampade al tungsteno: sono lampade di dimensione ridotta con all’interno il vapore di iodio (alogeno). Hanno una durata maggiore delle precedenti. Il bulbo è di quarzo o vetro duro ed il contatto con le mani rovina la lampada.

I fari PAR: la lampada si trova all’interno di una parabola che consente di riflettere la luce. A seconda dell’ampiezza dei fasci di luce avremo una luce più concentrata o più ampia. lampade

Le lampade fluorescenti

sono circa 2 a 4 volte più efficienti delle lampade ad incandescenza. Le lampadine possono durare molto più a lungo, da 10.000 a 20.000 ore contro 1.000 ore per quelle a incandescenza.

Le luci fluorescenti hanno bisogno di reattori (dispositivi che controllano l’energia elettrica utilizzata per l’unità) per l’avvio e per la protezione del circuito. Reattori richiedono energia, e per un certo tipo di alimentatori, efficienza si raggiunge solo se la lampada fluorescente è lasciato acceso per lunghi periodi di tempo senza frequenti cicli on-off.

lampade fluorescenti full-size sono disponibili in diverse forme, tra cui diritta, a forma di U, e le configurazioni circolari. diametri lampada vanno da 1 “a 2,5”. Il tipo di lampada più comune è il quattro piedi (F40), 1.5 “di diametro (chiamato anche T12) lampada fluorescente dritto. Lampade fluorescenti più efficienti sono ora disponibili in diametri più piccoli, tra cui il 1.25” (chiamato anche T10) e 1 “( chiamato anche T8).

Le lampade fluorescenti sono disponibili in temperature di colore che vanno dal caldo (2700 K) colori “a incandescenza-like” a molto freddo (6500 K) colori “luce del giorno”. Questo è un  problema. Tradizionalmente erano verdastri, e si doveva avere un filtro magenta sul vostro obiettivo per correggere per esso.

Ora ci sono molti tipi diversi: bianco freddo, bianco caldo, la luce del giorno equilibrato, verde tradizionale. Di conseguenza, è difficile il bilanciamento del bianco per l’illuminazione a fluorescenza, in quanto non si sa mai che tipo di lampadine ci sono nei reattori, o anche se le lampadine corrispondono a quelle accanto a loro. Si potrebbe avere una stanza che ha 2 o 3 diversi tubi colorati. In questo caso lo consiglio vivamente di fare un bilanciamento del bianco personalizzato utilizzando una carta grigia.

Lampade fluorescenti compatte

Le lampade fluorescenti compatte  (CFL) sono disponibili in una varietà di forme e dimensioni, tra cui  a doppia canna integrale,  triplo tubo immagini incorporato,  modello integrale con involucro che riduce i riflessi,  circline modulare e zavorra, e  quad-tubo e zavorra modulare. CFL possono essere installati in normali supporti come le lampade incandescenza. Consumano meno di un terzo di elettricità rispetto lampade ad incandescenza.

Le CFL hanno le seguenti caratteristiche:

In genere hanno una base di vite standard che può essere installata in quasi ogni lampada da tavolo o apparecchio di illuminazione che accetta una lampada ad incandescenza.

Disponibili in una varietà di forme e dimensioni e vengono utilizzati come alternative a risparmio energetico alle lampade a incandescenza.

Avere una durata di vita più lunga  6.000 a 20.000 ore (da 10 a 20 volte di più), a fronte di 750 a 1000 ore per una incandescenza standard.

Può sostituire le lampadine a incandescenza, che sono circa da 3 a 4 volte la loro potenza. Può costare fino a 10 volte di più delle lampadine a incandescenza comparabili.

Sono uno dei migliori investimenti di efficienza energetica disponibili. Anche se costano di più, sono molto economici nel lungo periodo.

LAMPADE STROBE

Ricorda le luci bianche in discoteca che  lampeggiano che da l’impressione di vedere tanti fotogrammi mentre balli? Beh, questo è esattamente ciò che fa il flash della fotocamera. Strobe (o flash) è l’illuminazione non continua come le altre luci di cui abbiamo parlato prima.

L’illuminazione stroboscopica è probabilmente l’illuminazione artificiale utilizzata  nel campo della fotografia non è adatta per i video, in quanto troppo breve.

La luce dal flash della fotocamera è molto dura pure. La maggior parte delle persone  per modificare la luce fa rimbalzare su pannelli  o mettendo diffusori di come softbank o ombrelli davanti alla testa della lampada.

Consiglio di utilizzare per lo stesso set fotografico fonti di luci uguale per ottenere una temperatura colore omogenea. Se non fosse possibile si può pensare di utilizzare i neon ( luce fluorescente) come luce di riempimento per ammorbidire le ombre. 

 

Se pensi che questo articolo possa essere utile, Clicca Qui Sotto.

 
Comments