L’uso della luce naturale – The use of natural light


La fotografia rispetto la pittura veniva considerata nell’Ottocento un’arte minore tale da voler imitare lo stile pittorico. Successivamente si è compreso che l’arte fotografica si basava su fondamenti differenti, come la prontezza di visione e cogliere l’attimo di un determinato momento.

Per il fotografo la luce naturale è il  pennello. L’inquadratura, il momento della giornata,  la stagione dell’anno caratterizzano la scena fotografica di un paesaggio attraverso la luce naturale. Un bravo fotografo di paesaggi non si deve accontentare della prima impressione. Dovrà effettuare sopralluoghi e scattare ogni volta che cambia la luce. cercando grazie all’utilizzo delle ombre di dare profondità agli oggetti.

LA DIREZIONE DELLA LUCE

Non è sempre esatta la regola di avere il sole alle spalle. Questo potrebbe servire per un principiante che si accontenta di una foto-cartolina. ma una luce stagliata direttamente sulla scena potrebbe appiattire il soggetto.

Se possiamo preferiamo una luce di taglio, laterale. Potrebbe esaltare i rilievi con ombre e luce. Con un filtro polarizzatore potremmo rendere lo scatto più interessante. Una situazione che renderebbe la nostra scena più creativa è il controluce. Non affrettatevi ad effettuare lo scatto, date maggiore cura all’esposizione cercando di misurarla in punti differenti.

luce naturale

QUAL E’ IL MOMENTO GIUSTO PER FOTOGRAFARE?

Non basta trovare il luogo giusto accendere la reflex e scattare. Per sfruttare al meglio la luce naturale bisogna evitare quella delle ore centrali della giornata specie nel periodo estivo. Consiglio di utilizzare due momenti della giornata:

Le prime ore del mattino, un pò più fredda ma permette di dare volume ed evidenziare i rilievi. 
Il tardo pomeriggio o tramonto, una luce più calda ma permette di ottenere gli stessi risultati di quella del mattino.

luce naturale

E’ importante essere molto attenti a ciò che accade intorno a noi. Dovete osservare anche le condizioni meteorologiche per garantirvi il risultato richiesto. In caso di presenza di vento, avremo assenza di foschia, quindi potremmo sfruttare la profondità di campo con contrasti elevati. Se il cielo è pieno di nuvole cariche potremmo ottenere un bell’effetto di drammaticità con un luce livida. Nel caso di una fotografia in città dopo la pioggia, si possono sfruttare le pozzanghere che formeranno dei riflessi creativi.

In una giornata di neve potrebbe piacervi uno scatto con il flash per evidenziare i fiocchi che cadono, se volete dare movimento ai fiocchi di neve ricordate di  cambiare le opzioni della tendina dell’otturatore per evitare di vedere i fiocchi che invece di cadere sembrino che tornino in cielo.

Infine anche con la nebbia potrebbe essere suggestivo lo scatto. Se abbiamo dei banchi di nebbia sullo sfondo potrebbero essere interessanti come quelli che si creano intorno alle montagne.


Se pensi che questo articolo possa essere utile, Clicca Qui Sotto.

 

Comments