Preparare l’attrezzatura per un viaggio – to prepare the equipment for a trip



Se pensi che questo articolo possa essere utile, Clicca Qui Sotto.

Organizzare un viaggio per un reportage vi porterà a prestare molta attenzione agli aspetti organizzativi.

Se avete la fortuna di viaggiare all’estero per un reportage  di lavoro o di piacere sottoporrete la vostra attrezzatura a dei rischi, quindi consiglio di effettuare delle polizze assicurative sull’attrezzatura e se possibile portarsi i documenti di acquisto per evitare problemi di dogana.

viaggio

Nel caso di viaggio in aereo cercate di portare la vostra macchinetta e gli obiettivi come bagaglio a mano, per evitare che l’attrezzatura venga sballottata, nel caso di schede di memoria cerchiamo di non farle passare attraverso campi magnetici per evitare di smagnetizzarle.

Se invece utilizziamo la pellicola o le inseriamo in contenitori di piombo per schermarle da raggi x oppure le trasportiamo a mano e nel caso le mostreremo all’operatore.

Naturalmente prima di iniziare il vostro viaggio cercherete di programmare il vostro reportage decidendo che tipo di scatti andrete a fare, se saranno foto puramente documentative andrà benissimo una compatta leggera che non ci creerà difficoltà di trasporto e ingombro.

Se effettueremo degli scatti di architettura consiglio di procurarvi obiettivi grandangolari, specie per gli interni che daranno maggiore ampiezza agli spazi, e nel caso di utilizzo per i palazzi potremo procurarci anche un obiettivo decentrato per ridurre l’effetto delle linee concentriche.

Per il paesaggio andrà benissimo un obiettivo medio, anche se si potrebbe utilizzare un grandangolo è preferibile non esasperare gli spazi, perchè potrebbero sembrare troppo distanti.

Potremmo essere interessati ad effettuare un tipo di fotografia naturalistica, a questo punto ci tornerà utile sia un obiettivo macro con lunghezza focale superiore al normale per cogliere i dettagli, sia uno obiettivo tele che permetta le riprese da lontano di animali, consiglio non inferiore a un 300 mm.

In tutto questo potremmo essere interessati ad effettuare qualche primo piano o  scatti più generici. Se non abbiamo difficoltà di spazio la regola migliore è ” il miglior zoom è il fotografo stesso”, significa che se abbiamo necessità di avvicinarci al soggetto cerchiamo sempre di farlo di persona ed utilizziamo un obiettivo con una focale normale, cioè una focale che sia la diagonale del fotogramma, nel caso del 24×36 mm la focale sarà 50mm per le reflex con sensore APS-C sarà 35 mm.



Se questo articolo ti è piaciuto e pensi che possa essere utile, Clicca Qui Sotto.

Potete anche organizzarvi per portare tutta l’attrezzatura ma se avete un luogo di appoggio, come una camera d’albergo  o altro,  cercate di portarvi solo l’attrezzatura che vi interessa.
Ricordate sempre che tra la vostra attrezzatura non dovranno mai mancare:

– Il flash: che vi permetterà di effettuare il fill-in diurno oppure nel caso di interni proiettando il flash verso il soffitto ci permetterà di amplificare la luce dando un’illuminazione uniforme alla stanza.

– Due serie Min. di batterie per il flash con un caricabatterie da utilizzare a fine giornata.

-Il cavalletto che sarà sempre il nostro compagno di avventura, anche se non lo utilizzeremo sempre ma ci aiuterà nei momenti di scarsità di luce.

-Le schede di memoria, un numero sufficienti per salvare tutto il vostro viaggio/lavoro o portarsi un piccolo hard disk (possibilmente SSD per evitare problemi di testine durante gli spostamenti). Se vogliamo scattare con la pellicola potremo non trovare altre pellicole adatte alle vostre esigenze, quindi consiglio di fornirvi di diversi rullini.

viaggio

Ora il Vostro viaggio può iniziare e ricordate di cogliere il momento.



Se questo articolo ti è piaciuto e pensi che possa essere utile, Clicca Qui Sotto.

Comments