Scarsa illuminazione, come comportarsi – low light coming behave



Se pensi che questo articolo possa essere utile, Clicca Qui Sotto.

La regola base che sicuramente ricordiamo tutti per l’illuminazione del soggetto è quella di posizionarlo sempre a favore del sole o di una luce diretta, sicuramente è il metodo più semplice per illuminare i nostri modelli ma potremmo trovarci in situazioni dove non è possibile spostare il nostro soggetto.

In questo caso potrebbe tornarci utile sperimentare diversi tipi di illuminazione, che potrebbero comunicare altre emozioni a chi leggerà la nostra fotografia, come il controluce o una luce di taglio che da tridimensionalità ai nostri scatti.

Si! Questa è la risposta alla domanda ma si può fotografare di notte senza flash?

Siamo abituati ad effettuare i nostri scatti di notte con il flash, ma al contrario di quello che si possa pensare le nostre foto di notte potrebbero apparire più interessanti senza l’utilizzo di altre fonti di luce. 

L’illuminazione “naturale” della notte può provenire nelle città dai lampioni, insegne, luci di vetture, in campagna o zone desolate può provenire dalla luce delle stelle, dalla luna, o dalle finestre di alcune case, utilizzando queste fonti luminose, i nostri scatti assumeranno un aspetto quasi magico.

Ricordiamo che il flash a seconda del suo numero guida, avrà una certa potenza e in ambienti molto ampi, dove il soggetto è lontano, è sconsigliabile l’utilizzo del flash.



Se questo articolo ti è piaciuto e pensi che possa essere utile, Clicca Qui Sotto.

Invece sarà il caso si utilizzare diaframmi molto aperti e  tempi non troppo lunghi infine consiglio l’utilizzo del cavalletto. In caso di eccessiva scarsità di illuminazione si può ricorrere all’effetto Bulb, chiamato anche posa B. E’ una funzione di quasi tutte le reflex, permette l’apertura dell’otturatore per il tempo necessario (da noi scelto in base ai valori del diaframma) di far impressionare l’immagine sulla pellicola o sul sensore.

Quindi se ci troviamo la notte su una collina e desideriamo immortalare la nostra città vista di notte, dovremo considerare tre fattori principali:
illuminnazione

I tempi: considerata la distanza consiglio l’utilizzo del cavalletto per non creare mosso di mano,  e scattare con tempi più o meno lunghi;

Il diaframma: dobbiamo impostare il diaframma più aperto possibile, se utilizziamo un obiettivo da 50 mm potremmo scendere fino a F 1,8

ISO: Ogni reflex digitale ha la possibilità di regolare gli ISO a discapito della nitidezza, maggiore è il valore degli ISO  e maggiore sarà il rumore o grana in caso di pellicola.

Infine per effettuare eventuali modifiche sulla nostra immagine cercate di scattare nel formato Raw. Un buon programma di post produzione vi aiuterà ad apportare le giuste modifiche sul rumore e sui contrasti.




Se questo articolo ti è piaciuto e pensi che possa essere utile, Clicca Qui Sotto.

Comments