Steve McCurry ‘Ragazza afghana’ arrestata





Se questo articolo ti è piaciuto e pensi che possa essere utile, Clicca Qui Sotto.

gula steve mccurry

 Yusufzai dice che Gula è indagata dalla polizia . Può essere trattenuta per un massimo di 14 giorni prima che il governo decida se avanzare un procedimento penale contro di lei.

“La National Geographic Society esprime il suo sostegno per la signora Sharbat Gula e incoraggia le autorità pakistane di rilasciarla per motivi umanitari,” Emma Carrasco, responsabile marketing per la National Geographic Society, ha detto in un comunicato. “Ha vissuto una vita afflitta da molte sfide e molto tragedia”.

Shahid Ilyas, un funzionario con la registrazione di un database nazionale del paese dell’Autorità, ha detto al Guardian che Gula aveva presumibilmente usato una carta d’identità nazionale non autorizzata che aveva ricevuto senza autorizzazione nel 2014.




Se questo articolo ti è piaciuto e pensi che possa essere utile, Clicca Qui Sotto.

Ilyas ha detto che la sua agenzia stava anche esaminando tre funzionari sospettati del rilascio improprio della carta di Gula. Normalmente, i cittadini stranieri non sono tenuti a ricevere queste carte.

Yusufzai dice che i tre funzionari Peshawar indagati  sono stati licenziati e sono stati arrestati con l’accusa di corruzione. Sono attualmente liberi su cauzione, ma devono tornare in tribunale il Venerdì.

Destra: Dopo una lunga ricerca, McCurry ha trovato Gula nel 2002, e ancora una volta ha preso il suo ritratto.

FOTOGRAFIA DI STEVE MCCURRY, NATIONAL GEOGRAPHIC

“Mi oppongo a questa azione da parte delle autorità nei termini più forti possibili”, McCurry ha postato sul suo account Instagram , riferendosi all’arresto di Gula. “Lei ha sofferto per tutta la sua vita, e il suo arresto è una grave violazione dei suoi diritti umani.”

‘Il suo villaggio  non è sicuro’

Milioni di persone sono fuggite dall’Afghanistan durante la guerra del paese con l’Unione Sovietica nel 1980. Molti si stabilirono in Pakistan, dove oggi ci sono circa 2,5 milioni di afgani.

I rifugiati non sono sempre stati i benvenuti nel paese, tuttavia hanno affrontato la discriminazione e le ostilità da parte di alcuni residenti pakistani e da politici.

Come riporta il Guardian, il caso di Sharbat Gula – o Sharbat Bibi, come pare oggi si faccia chiamare – è tutt’altro che isolato.

Nel 2014, il Pakistan ha annunciato l’intenzione di inviare molti dei suoi rifugiati lontano, notando che più di 60.000 le carte d’identità nazionali erano stati presumibilmente ottenute in modo fraudolento da profughi stranieri. Secondo le Nazioni Unite, più di 350.000 rifugiati afghani hanno  lasciato il Pakistan per il loro paese di origine.

Yusufzai dice, migliaia di afghani sono stati arrestati nel corso dell’anno passato sospettati di avere documenti falsi, . “Sharbat ha fama internazionale, ed è per questo che si tratta di una storia più grande quando qualcuno della sua rilevanza è coinvolta in una cosa del genere.”

Carrasco del National Geographic Society ha detto che “Gula non ha mai cercato alcun notorietà, e lei sta cercando di sopravvivere e sostenere la sua famiglia in condizioni estremamente avverse.”

Yusufzai dice, Gula è accusato di aver pagato l’equivalente di circa 450 $ US in tangenti a funzionari al fine di ricevere la carta d’identità, .

Egli aggiunge che le carte erano diventate richieste in questi ultimi anni perché rendono più facile per le persone di viaggiare e condurre affari.

Gula viveva a Peshawar , McCurry si era ricollegato con lei nel 2002. Ha avuto cinque figli, ma una figlia è morta dandola alla luce  pochi anni fa, nello stesso periodo il marito di Gula Rahmat è morto di una malattia.

dice Yusufzai “ha domandato dei suoi figli ,  sono preoccupati  di essere arrestati”, Gula non voleva tornare in Afghanistan, il suo villaggio non è sicuro.”

Trovare la ragazza afgana

Lo sforzo per Gula per trasferirsi nel 2002 è stato difficile. McCurry ha mostrato la sua foto per molte persone nel campo profughi in Pakistan, fino a quando un uomo l’ha riconosciuta. Aveva trovato rifugio nelle montagne di Tora Bora, ha detto. Tre giorni dopo, l’uomo ha riportato al campo Gula.

“Sorprendente, è come la ragazza che ho fotografato 17 anni fa”, ha detto McCurry nel 2002.

Lei non aveva idea che la sua immagine fosse stata vista da milioni di persone, e che ha ispirato molte persone a fare volontariato o donare per assistere i rifugiati.



Se questo articolo ti è piaciuto e pensi che possa essere utile, Clicca Qui Sotto.

Comments